https://www.youtube.com/watch?v=IO3wZgHfmb0

In occasione delle Giornata Nazionale della Famiglia 2016, i rappresentanti del forum delle famiglie sono stati a colloquio con il ministro Costa ed hanno presentato uno studio realizzato dal veronese prof. Federico Perali per un Welfare amico della Famiglia.

Le Amministrazioni locali sono sempre più chiamate, data la scarsità di risorse finanziarie cui dispongono, a erogare beni e servizi sociali solamente a coloro che sono in stato di effettivo bisogno.

In Italia, l'eleggibilità ai programmi di welfare è riconosciuta attraverso la "verifica dei mezzi" di sostentamento di ogni famiglia, secondo quanto è desumibile dal calcolo dell'ISEE (Indicatore Socio Economico Equivalente).

In base ad esso vengono determinati: - l'assegnazione di servizi sociali quali l'accesso agli asili nido, gli assegni per il nucleo familiare, le mense e prestazioni scolastiche (libri, borse), - le agevolazioni per tasse universitarie, - le prestazioni del diritto allo studio, - l'accesso ai prestiti d'onore, - i servizi socio-sanitari domiciliari, - i contributi di locazione.

L'assegnazione di queste prestazioni sociali è spesso percepita dai cittadini come ingiusta, dati i molti casi in cui viene commesso l'errore di escludere dagli aiuti persone che dovrebbero essere incluse o includere individui che dovrebbero esserne esclusi.

Le amministrazioni spesso non hanno gli strumenti di verifica o le capacità tecniche adatte per erogare i servizi sociali in modo efficace, secondo criteri oggettivi, che rispecchino le caratteristiche del soggetto richiedente.

Lo strumento proposto aiuta i Comuni nel risolvere questi problemi in quanto:

 1-      Fornisce nuovi strumenti operativi di supporto alle decisioni delle Amministrazioni Pubbliche in merito all'erogazione degli "aiuti sociali"; 

2-      Identifica i soggetti che necessitano di aiuti sociali, assegnando loro una corretta tariffa di fruizione del servizio;

3-      Indirizza le scelte sull'uso del denaro pubblico verso un utilizzo più equo e corretto a seconda delle caratteristiche effettive dei nuclei familiari, portando anche ad un risparmio delle risorse pubbliche.

Tags: